Il senso di comunità e di appartenenza di Airhouoyour Etinosa Zion – Nicole Guidi

Mi chiamo Zion, ho 20 anni e sono ospite del progetto Sprar di Guardia Sanframondi dal 2018.

Per me, come per altri ragazzi, la vita non è stata semplice. Ho affrontato giorni, settimane e mesi di incertezza e paura, soprattutto dell’ignoto. Sono fuggito dal mio Paese, la Nigeria, resa inospitale, dalla fame, dalla guerra e dalla dittatura. Sono arrivato in questo paesino che non pensavo potesse diventare la mia nuova casa.

Il 25 aprile, in occasione della festa della Liberazione, ho voluto dare il mio contributo alla comunità guardiese, distribuendo insieme ai volontari della Protezione Civile, della Misericordia e dell’Amministrazione Comunale fogli, pastelli, pasta e una piccola bandiera tricolore. In questo periodo così difficile, vedere la felicità dei bambini nel ricevere questi semplici oggetti mi ha fatto apprezzare ancora di più la libertà. Voglio esserci per chi mi ha sempre regalato un sorriso, i bambini, e per questo sono sceso in strada a dimostrare che io ci sono, respiro libertà, quella vera.

Due anni fa non conoscevo molto questo paese, se non le strade, qualche negozio e gli operatori dello Sprar che da sempre mi hanno seguito ed aiutato.

È un giorno importante per l’Italia oggi e non c’è occasione migliore per ricambiare quanto Guardia S. mi ha donato. In momenti come questo, fatto di preoccupazioni e paure a causa di un’emergenza sanitaria mondiale che ci costringe a rimanere chiusi in casa, c’è una straordinaria forza della vita che non si ferma, si espande il calore dei gesti… e presto tornerà il sole, ne sono sicuro!

Abbiamo dovuto, forse per la prima volta nella vita, fare i conti con la nostra coscienza, a cuore aperto, e capire che tipo di persone siamo, ma soprattutto, che tipo di persone vorremmo essere.

Nella mia vita ho perso tante battaglie, ma alla “Battaglia dei pastelli”, l’iniziativa del Comune di Guardia S., per “Colorare il futuro” non potevo rinunciare. Un futuro con tanti colori e sfumature differenti, dove la parola “diverso” non esiste se siamo tutti uniti per un obiettivo comune. Forse non farò grandi nella vita cose ma la storia è fatta di piccoli gesti. I volontari mi hanno regalato una mascherina con il tricolore, da cui si vedono solo gli occhi, e sono questi gli occhi colmi di gioia a cui voglio dar voce.

Mi sono sentito un guerriero che non può più abbassare la testa, non posso più perdere di vista i miei sogni! Dietro l’orizzonte si nascondono sempre nuove opportunità, non voglio lasciarmi vincere dalla paura ma raccolgo tutta la forza di cui sono capace, sorrido e stringo i denti per la mia battaglia.

Ringrazio l’Amministrazione Comunale di Guardia Sanframondi e la Protezione Civile per avermi dimostrato che anche io occupo un posto in questa grande famiglia.

Ringrazio gli operatori dello Sprar che mi sostengono e che mi hanno aiutato a trascrivere i miei pensieri e dato voce alle mie emozioni, perché in fondo mi sento “wuardiolo” anche se con l’italiano litigo ancora un po’.

Si parla tanto di umanità ma… cosa in realtà ci rende “umani”?

Comprensione, fratellanza, solidarietà ed un sano e doveroso amor di patria: di questo abbiamo bisogno. Il modo migliore per far circolare l’amore è l’atto stesso, riscoprendo ognuno il proprio senso di appartenenza.

Zion lascia la sua impronta nel luogo che sente appartenergli di più, e tutti noi al suo fianco, siamo invitati ad intraprendere un cammino nel quale ci sforziamo di aprire gli occhi e le orecchie, ma soprattutto il cuore, per fare del suo esempio una dimostrazione di umanità vera.

“La libertà non è star sopra un albero non è neanche un gesto o un’invenzione, la libertà non è uno spazio libero, la libertà è partecipazione”.

 

Airhouoyour Etinosa Zion

Nicole Guidi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Cliccando su accetto ne consentirai l'utilizzo. La mancata attivazione potrebbe compromettere la visualizzazione di alcune parti del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi