Pillole di saggezza popolare a cura del Prof. Silvio Falato

Cercheremo di rendere meno tristi questi giorni, riproponendo, insieme agli altri fondamenti della nostra tradizione, anche i proverbi; infatti, come dico altrove, i proverbi comunicano calore, ci avvicinano e ci affratellano con il loro carattere di freschezza, propria della cultura popolare; ci sollecitano senza dubbio a comportamenti positivi, invitandoci a osservare meglio, a rinvigorire la vitalità interiore e a indirizzarla verso un rapporto maturo e sempre gioioso con la vita.

Il primo che propongo riguarda il mese di Marzo e fa riferimento al clima di questi giorni:

Se Marze nen marzèglja, Abbrìle fa mmàle penzjére

Se Marzo non “marzea” (non fa il pazzo) Aprile fa cattivi pensieri.

Stiamo calmi di fronte alle intemperanze climatiche di questi ultimi giorni, perché da sempre il nostro mese si è distinto per l’instabilità del suo tempo atmosferico.

Tale volubilità, ai fini del buon andamento della campagna, è ritenuta necessaria; si è convinti, infatti, che se gli improvvisi mutamenti del tempo, propri della stagione primaverile, non si avranno in tale mese, si rischierà poi di registrarli in aprile, con conseguenze negative per tutti i tipi di piante, che in quel periodo avranno già emesso i frutticini.  

 

Silvio Falato

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Cliccando su accetto ne consentirai l'utilizzo. La mancata attivazione potrebbe compromettere la visualizzazione di alcune parti del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi